corsi aziende

corsi & conferenze

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
DICEMBRE 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Flash Moment

  • ggggggggggggggg
    ddddddd ddddddffdf dfdfd

ITP Social

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

visitors



1° Modulo EASY


 

LPS TRAINING HUMAN RESEARCH

Corso EASY di 3 moduli di 4 ore ciascuno

 

Per chi affronta per la prima volta il percorso, il programma EASY è quello che noi consigliamo. Si tratta infatti di entrare in contatto con lo straordinario mondo della logica di sequenza di LPS in grado di aprirci un mondo straordinario verso il miglioramento personale in qualità di individui che vivono e operano a contatto con gli altri. Il programma EASY è composto da 3 moduli, ognuno di 4 ore ciascuno, dove il partecipante entra in contatto e può sperimentare immediatamente le tecniche semplici di utilizzo nel proprio quotidiano. 

A chi è rivolto il corso EASY? a tutti, proprio a tutti.

Cosa si può imparare al corso EASY? Si apprende come capire gli altri, come relazionarci con loro, come evitare di essere prolissi e più sintetici.

Possibile che servano solo 3 moduli? Certo. EASY è il concentrato di LPS per darti TUTTO E SUBITO. Se ti sarà piaciuto potrai approfondire altre tematiche di LPS.


 

Il 1° modulo comprende:

 

INTRODUZIONE AI PRINCIPI NATURALI DELLA LOGICA: La logica ci aiuta a creare la mappa di navigazione, a organizzare il  nostro volo, a progettare il nostro cambiamento, sia nel linguaggio che nella costruzione del pensiero, ci rende equilibrati nel valutare, distinguere, classificare i termini critici e obbiettivi, lo stato generale e particolare delle cose, dei sistemi semplici e più complessi.

Quando pensiamo alla logica dobbiamo pensare ad un “ordine precostituito di elementi costruiti su un asse di sequenza”, in sostanza intendiamo la costruzione di pensieri e azioni che hanno tra loro una relazione finalizzata ad un risultato verificabile.

 

PROCESSO E STADI DI GENESI LPS: noi siamo all'interno di un modello precostituito e preorganizzato degli elementi. L'equilibrio che "gestisce" il nostro modo di pensare può determinare il nostro STATO delle cose.  Come possiamo modificare e rendere operativi al meglio questi sistemi? 

 

 

Il concetto di GENESI LPS si deve identificare come un modello a spirale che caratterizza un ciclo di sviluppo del comportamento "influenzabile individualmente e socialmente".

Lo stato di sonno-quiete è essenzialmente uno stato di apparenza, cioè un momento nel quale le cose che ci sono attorno si muovono secondo il loro equilibrio naturale e tutto ci sembra normalmente tranquillo, non agitato e comunque pensiamo che sia tutto controllabile, … nulla di nuovo all’orizzonte, insomma. Questo stato di quiete è distribuito nel nostro tempo secondo diversi parametri di valutazione sia personali che impersonali.

Il risveglio è quello stato di shock che ci scollega dalla quiete e ci proietta verso una rottura dell'equilibrio. E' l'incubo che nel mezzo della notte ci porta a sobbalzare... la differenza è che non avviene in uno stato di sonno, ma in uno stato vigile. Per meglio capire dobbiamo pensare a tutto ciò che ci desta da uno stato di tranquillità e ci condiziona (una cattiva notizia, qualcosa che non ha funzionato come avremmo voluto, etc..)

Il caos è il frutto del risveglio. Abbiamo preso coscienza che il nostro sonno non è più quello che credevamo, che tutto ciò ci ha portati al risveglio, ora siamo nello stato del Caos, cioè una condizione che subiamo e dobbiamo affrontare, proprio perchè i nostri equilibri mettono a rischio il nostro benessere. Il caos è l'area dove siamo costretti, dobbiamo o vogliamo intervenire... Questo stato è pericoloso proprio perchè se non sappiamo come, dove, perchè, quando agire rischiamo certamente di entrare in una spirale involutiva anziché percorrere una spirale evolutiva.

Il cambiamento è l'uscita dallo stato di caos, avendo chiaro il processo di pensiero-azione che si deve intraprendere. E' la pianificazione e il controllo del nostro nuovo orizzonte verso il NUOVO modello di cambiamento. Il processo di Genesi in questa fase viene sperimentato ed applicato con schemi di controllo personalizzati ed esempi legati al quotidiano. Il partecipante può rendersi immediatamente conto di COME e QUANDO applicare il processo di Genesi per l'ottenimento immediato dei propri risultati. 

 

ARGOMENTO 1:  IN - INFORMAZIONI NUOVE, IQ - INFORMAZIONI ACQUISITE

 

IN - INFORMAZIONI NUOVE: quando parliamo di informazioni nuove ci riferiamo alle informazioni che non abbiamo ancora decodificato in termini di conoscenza. Sono infatti quei segnali che riceviamo e reputiamo come non conosciuti, informazioni che rientrano nella nostra “nuova conoscenza”.

Malgrado la somministrazione della stessa informazione venga in modo univoco su diversi soggetti, è l’individualità del singolo che ne consente la decodifica e la lettura secondo propri parametri di registrazione mentale. Paradossalmente una informazione può essere percepita ed elaborata con diversi significati da soggetti diversi e questo può dipendere dagli stati d’animo, dalle condizioni esterne, dagli stati emozionali e da altri fattori… eppure l’informazione dovrebbe essere oggettiva!

Ogni informazione che acquisiamo avviene attraverso un senso istintuale, emozionale e razionale e ciò avviene costantemente. L’informazione normalmente viene acquisita attraverso un processo di sintesi, processo che ci consente di raccogliere e riassumere l’informazione secondo concetti generali. I processi di sintesi sono legati da metodi di registrazione ed ogni metodo ha un suo percorso e logica.

 

IQ-INFORMAZIONI ACQUISITE: sono le informazioni che storicamente, biologicamente, emozionalmente sono contenute all’interno del nostro essere individui. Vengono acquisite durante buona parte della nostra infanzia e sono il bagaglio informativo culturale presente che ci consente di essere ciò che siamo. Questo tipo di informazioni sono alla base dell’evoluzione dell’individuo e aiutano a costituire la sua crescita culturale, sociale e formativa in genere.

Le IQ determinano da sempre un grande magazzino di nozioni al quale il soggetto può attingere per affrontare paragoni, valutazioni e giudizi. Questo tipo di informazioni non costituiscono l’intelligenza ma semplicemente sommano, come fossero processi numerici, tutti gli input che possono essere ripescati in caso di necessità o bisogno. Il processo di acquisizione di queste informazioni è costante e spesso consapevole, in quanto le IQ seguono un percorso di indottrinamento necessario alla cultura e allo sviluppo della conoscenza. La famiglia, la scuola, il mondo del lavoro, producono in noi l’acquisizione delle IQ che determinano il modellamento della nostra personalità.

 

ARGOMENTO 2 : ACS – AREA DELLA COMUNICAZIONE SENSORIALE

ACS e l’acronimo di Area della Comunicazione Sensoriale, ove sono raccolti i nostri 5 sensi. Oltre il 99% della nostra comunicazione utilizza in azioni, pensieri e funzioni volontarie o involontarie i nostri sensi. Per rendere pratica la memorizzazione delle fasi, possiamo dire che:

 

ACSg = Gusto,  ACSo = Olfatto, ACSu = Udito, ACSv = Vista, ACSt = Tatto

 

Qualsiasi dinamica utilizzata per svolgere una funzione, ha in sé gli elementi ACS, spesso sovrautilizzati per l’espressione dello scopo. Parliamo troppo, ci muoviamo male, ascoltiamo meno, confondiamo gli odori e i sapori. Avere quindi a disposizione una struttura così straordinaria di codifica delle informazioni, non significa saperla utilizzare correttamente al momento giusto.

L’ACS compone il 100% delle nostre dinamiche giornaliere e, quindi, occorre prestare particolare attenzione ad un corretto e sistemico utilizzo incrociato degli elementi.

   

ARGOMENTO 3: IL BILANCIAMENTO BASICO LPS: Il BILANCIAMENTO BASICO è la tecnica che, come dice la parola, crea un bilanciamento tra le FASI ed il loro significato attraverso il controllo delle procedure. Si applica in tutte le fasi del metodo, dalla 1 alla 9. Esistono due livelli di Bilanciamento, il primo che sviluppa 6 AREE, il secondo modello, chiamato BILANCIAMENTO FASICO che ne prevede 42 (inserito nel percorso di 1° livello), ma di seguito parleremo solo del BILANCIAMENTO BASICO, quello iniziale. Definito anche “microsistema analitico basale”, ha il compito di verificare e rendere visibile e interpretabile il contenuto ed il significato di una frase, di un pensiero o un comportamento umano. 

Comprende 6 gruppi di appartenenza relativi ad aree di influenza denominate LEVE.  Ogni leva raggruppa per similitudini i sottogruppi di base, chiamati anche gruppi di associazione o gruppi associativi, ove sono indicati per significato, le risultanti delle dinamiche costanti e continue del pensiero e del comportamento umano. 

Ogni leva denota un area ben precisa dove si colloca l’espressione comunicazionale, sino ad essere identificata nel proprio gruppo di riferimento. 

 

Le LEVE del BILANCIAMENTO sono 6 e sono chiamate Leve primarie Basiche

 

Il sistema applicativo ci consente di “rafforzare” o “indebolire” il processo logico che abbiamo applicato e ci restituisce l’analisi con il valore considerato “puro”. Può essere applicato mentalmente in qualsiasi condizione e situazione di comunicazione senza l’uso di analisi scritta solo dopo un periodo di applicazione e studio. Nei livelli successivi e comunque in ogni applicazione il BILANCIAMENTO è sempre presente ed è da considerarsi una materia di studio importante.


 

Le 6 LEVE del BILANCIAMENTO LPS

1^ LEVA

L1NOVITA’: Rientra nelle informazioni nuove e si riferisce a ciò che non conosciamo. E’ una cosa che non ha ancora una divulgata conoscenza, in termini ideologici e pratici. La si può riferire ad un prodotto o ad un servizio, più in generale si rapporta alla conoscenza personale della cosa secondo i nostri canoni ed informazioni acquisite.  

Il concetto di novità significa porre l’attenzione ad un momento, episodio, azione, elemento che per noi risulta nuovo. Manifestiamo il concetto di novità attraverso i canoni di conoscenza ed esperienza soggettiva, quello che per noi può essere una cosa nuova, per altri non lo è affatto. Da questo principio si evince quindi che le leve sono soggettive e non oggettive, quindi l’applicazione non può essere mai uguale per tutti :

 

  • Da esplorare
  • Non conosciuto
  • Inedito
  • Nuovo
  • Novità in genere

 

In quest’area il concetto di esplorazione si intende il percorso di ricerca verso “il nuovo”, il non conosciuto quale elemento necessario allo sviluppo umano. Definita anche area esplorativa, in quest’area si analizza il nuovo elemento che entra a far parte della nostra conoscenza.  

Es. Sono contento delle nozioni apprese (+L1) in questo corso, e penso che applicherò le tecniche.


 

   2^ LEVA

L2 – OPPORTUNITA’: Si riferisce all’area dell’ottenimento. In particolare tutto ciò che ci porta, in funzione di una azione, un beneficio.  

L2 si riferisce al “vantaggio” di causa-effetto che ne traiamo relativo all’interazione prodotta con noi stessi e con gli altri. Alla vendita o all’acquisto di un bene/servizio. L2 è strettamente legato al potere di scambio tra gli individui, potere che consente di ricevere un controvalore che può essere monetario o simbolico, valore di beneficio Azioni di interscambio :

 

  • Profitto
  • Guadagno
  • Tornaconto
  • Vantaggio economico in termini generali

 

Quando si sviluppa uno scambio o una azione che determina l’identificazione simbolica. In particolare si colloca in quella fase di interscambio tra un dare e avere. Se acquistassimo un prodotto o un servizio, pagheremmo in generale qualcosa a fronte dell’ottenimento di un servizio.

Es. Ho acquistato (+L2) quel cappotto.


 

   3^ LEVA

L3 – DOMANDE: È l’area dello sviluppo intesa come quella destinata alla soluzione alle nostre domande. Mediamente, in un mese, facciamo all’incirca dalle 680 alle 1200 domande. Dare importanza a questo aspetto, significa creare le situazioni che ci consentono l’ottenimento delle spiegazioni. In L3 sono collocate quelle che definiamo “esigenze di crescita”, cioè le questioni da risolvere e le questioni irrisolte.

Quest’area si riferisce al bisogno e al desiderio dell’individuo di identificare le risposte e le spiegazioni necessarie per lo sviluppo della propria coscienza. È un area legata all’apprendimento e alle sue caratterizzazioni. Il percorso delle domande segue dei canoni precisi:

 

  • Interrogativi
  • Risposte
  • Spiegazioni
  • Sperimentazioni
  • Curiosità
  • Verifiche

 

Questa fase analizza il livello di curiosità e predisposizione di un individuo nel porre le domande finalizzate alla soddisfazione della sua conoscenza.  

Es. Voglio continuare il corso per vedere (+L3) i risultati finali.


 

  4^ LEVA

L4 - CUORE: Legame affettivo: il legame che abbiamo instaurato con le persone, le cose, tutto ciò che ci crea uno stato di ricordo legato al benessere. Quando si parla di L4, si intende qualsiasi relazione dettata dal ricordo, dallo stato attuale e momentaneo che possa creare ”legami” verso noi stessi e verso gli altri o le cose alle quali correliamo questo valore. Crea un senso di appartenenza emotiva-affettiva al quale siamo legati secondo diversi livelli di relazione :

 

  • Affetto
  • Amore
  • Passione
  • Sentimento
  • Legame
  • Empatia
  • Stima
  • Coinvolgimento emotivo

 

Affetto verso una persona, un animale, un luogo, una forma, una dimensione e più in generale dove la parte emozionale prende il sopravvento.  

Es. Vorrei migliorare con questo corso, il rapporto con la mia compagna. (+L4)


 

   5^ LEVA

L5 - SICUREZZA: Si manifesta spesso durante la nostra giornata e si riferisce sia all’area personale che all’area impersonale. Le azioni e pensieri che produciamo, hanno sia il bisogno che il desiderio di garantirci uno stato di tranquillità e di conoscenza tale da metterci nelle condizioni di evitare tensioni interne e insicurezze.

 

L5 è l’area della nostra sicurezza:

 

  • Sicurezza personale
  • Affidabilità
  • Robustezza
  • Solidità
  • Senso di protezione
  • Garanzia

 

Quando procediamo all’acquisto di qualcosa, di un idea o di altro, utilizziamo spesso il concetto della sicurezza personale (un televisore di marca a noi conosciuta e migliore di un semplice televisore).  

Es. Cambio la TV e la prossima la prendo “di marca” (+L5)


 

  6^ LEVA

L6 – STATUS ELETTIVO: Questa leva identifica il senso di appartenenza dell’individuo all’interno di comunità, gruppi sociali e gruppi di identificazione. L6 è la scelta di avere, possedere, scegliere qualcosa di particolare e/o unico nel suo genere è spesso è dettata dalla capacità che “la scelta” possa influenzare la nostra personalità agli occhi degli altri o per il semplice gusto di alimentare il nostro ego. Questa aerea è quella che riguarda l’individuo nella sua forma più stretta.  

Qui avvengono le modifiche caratteriali, della personalità, che consentono all’individuo di creare “la migrazione” cioè la creazione di elementi che modificano il nostro comportamento se utilizzati, consentono il nostro miglioramento personale. L’idea di possedere qualcosa di originale, unico, inedito ci porta a far parte di uno stretto gruppo di “eletti”:

 

  • Autostima
  • Orgoglio
  • Senso e stato di appartenenza
  • Riconoscimenti professionali e sociale
  • Leadership
  • Ruolo primario
  • Riferimento sociale
  • Identificazione simbolica

 

Il nostro bisogno di primeggiare, di crearci uno status diverso dalla massa di essere identificabili e riconoscibili secondo i canoni che abbiamo sposato 

Es. Tra i miei amici sono l’unico che indossa un orologio cosi particolare (+L6)

 

 

LPS International

LPS TRAINING NEWS

WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina


WEEK END
LOGICAL EDUCATION

vuoi capire come funziona la motivazione logica e perchè tutti ottengono risultati in breve tempo?

vai alla pagina


- ALPS -
Associazione Nazionale
Analisti e operatori
metodo Lps Training

se vuoi associarti contatta la nostra segreteria


fai parte di una
ASSOCIAZIONE?

Abbiamo proposte interessanti di collaborazione che certamente saranno utili allo scopo sociale

vai alla pagina



INTRODUZIONE LPS

Esercizi Allievi